Saltata la seduta del Consiglio Comunale di Montefiore Conca convocato Mercoledì 13 Novembre per deliberare sullo Statuto della nuova Unione 2.0.Dichiarazione stampa di Riziero Santi Sindaco di Gemmano.

Share Button

STAL’ Unione 2.0 segna il passo, Saltata la seduta del Consiglio Comunale di Montefiore Conca convocato Mercoledì 13 Novembre per deliberare sullo Statuto della nuova Unione 2.0. Il Sindaco di Montefiore Valli Cipriani già nella ultima riunione dell’Ufficio di Presidenza aveva aveva espresso il suo voto contrario motivando il suo dissenso su alcuni punti dello Statuto tra i quali i vincoli finanziari, in caso di una preventiva uscita dall’Unione, ritenuti troppo penalizzanti.

Il Sindaco di Montefiore Conca  Valli Cipriani

Il Sindaco di Montefiore Conca Valli Cipriani

Contestata dalla Cipriani anche l’ abolizione della turnazione del presidente ogni sei mesi. Sono comunque questioni poco rilevanti rispetto ai vantaggi che la riforma istituzionale dell’Unione 2 porterà ai territori ed ai cittadini della Valconca, Questi voluti attendismi generano non poche preoccupazioni tra i Sindaci dei Comuni che sono favorevoli alla costituzione del Nuovo Ente perché in base a dei vincoli della Legge Regionale un solo voto contrario, può far saltare tutto il progetto.
Il Sindaco di Gemmano Riziero Santi, che è stato il padre putativo, ed è tutt’ora, uno dei massimi propulsori dell’Unione 2.0, non accetta questo ostruzionismo ed oggi, senza usare mezzi termini e con accorata chiarezza esprime il suo rammarico , per quello che definisce un atto di ” una gravità inaudita” , con una sua dichiarazione stampa, che riporto integralmente
Dichiarazione stampa :”La decisione di Montefiore di far saltare il Consiglio convocato per l’approvazione dell’adeguamento dello Statuto dell’Unione, ancorché non sorprendente, è di una gravità inaudita. Qui si sta ballando sul Titanic rischiando di portare le nostre comunità alla morte per asfissia. Sono mesi che qualcuno gioca con gli equivoci e con argomentazioni cavillose, che nascondono giochetti in realtà invece molto evidenti, come quelli di giocare su più tavoli. Intanto perdiamo tempo, opportunità, risorse. E’ ora che basta. Occorre che la stessa Regione sappia che una normativa che consente ad una esigua minoranza di condizionare un progetto strategico per un intero territorio non è più sostenibile. Rivolgo un appello ai miei colleghi che in questi mesi hanno mostrato di credere alla riforma istituzionale, che consente di abbattere i costi della politica e della burocrazia per aumentare la capacità di spesa per servizi e per investimenti produttivi, affinché si giri subito pagina.

index

Riziero Santi Sindaco di Gemmano

Dobbiamo coinvolgere le nostre comunità nella affermazione di un progetto strategico di rottura con questo andazzo. Una classe dirigente deve avere in testa una strategia, è noi l’abbiamo, e deve avere la capacità di realizzarla. Non è più tempo di discussioni improduttive o studi cervellotici. E’ il tempo del fare, e l’appello è quello di metterci subito a fare, mettendo insieme servizi, con chi ci sta’ davvero, rivendicando l’ambito territoriale della Valconca con chi ci sta’ davvero, e avviando le procedure per le fusioni, tra chi ci sta’ davvero. Naturalmente io non ho convocato il Consiglio prima di Montefiore perché mi aspettavo lo sgambetto e non volevo prendere in giro i miei consiglieri comunali e la mia gente. Riziero Santi Sindaco di Gemmano.

Lascia un Commento