Sabato 10 maggio 2014 – alle ore 16,30 c/o Sala Musica dell’Istituto Musicale “G. Lettimi” (Via Cairoli 44, Rimini)PRESENTAZIONE DEL VOLUME La costruzione di una città turistica Walter Ceccaroni amministratore pubblico.

Share Button

zaghini

ceccaroni1Con questo secondo volume dedicato al Sindaco Walter Ceccaroni, dopo il primo dedicato alla raccolta dei suoi scritti uscito nel 2013, l’ l’Istituto per la storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea della Provincia di Rimini completa il progetto di ricerca avviato alcuni anni fa e chiamato “La costruzione di una Città turistica. Walter Ceccaroni Sindaco e primo Assessore Regionale al turismo (1948-1980)”.

Walter Ceccaroni (1921-1999) è stato Sindaco di Rimini dall’8 novembre 1948 alle elezioni del 7 giugno 1970. E poi Consigliere regionale dal 1970 al 1980, ed Assessore Regionale al Turismo dal 1970 al 1977.

Walter Ceccaroni è dunque figura di primo piano che ha segnato per oltre un quarto di secolo il Novecento riminese, e non solo. La sua intelligenza politica e amministrativa è stata fondamentale per la ricostruzione di una città distrutta all’83% e la sua rinascita economica e sociale, oltre che per lo sviluppo di una politica turistica per la Riviera con una valenza regionale, nazionale ed internazionale.
Le sue vicende biografiche e le scelte amministrative, inserite nel vivace contesto politico più generale, al tempo stesso illustrano la costruzione di una città turistica, economicamente e culturalmente molto attiva negli anni del secondo dopoguerra, interessata da grandi trasformazioni e da complesse questioni urbanistiche fra boom nazionale e locale, con la sua proiezione in un ambito più vasto, in un contesto italiano ed europeo in profonda trasformazione, senza mai dimenticare il suo preciso impegno politico.
A lui deve molto la città di Rimini e la Regione Emilia e Romagna.

L’obiettivo del lavoro di ricerca (cui hanno partecipato docenti universitari e ricercatori dell’Istituto – Tito Menzani, Paolo Zaghini, Angelo Turchini, Daniela Calanca, Fabio Tomasetti, Davide Bagnaresi, Gianluigi Di Giangirolamo) è stato quello di cogliere molti aspetti dell’operato di Walter Ceccaroni nel contesto storico, sociale e culturale, offrire un percorso non limitato al quadro storico-istituzionale, in cui calare il vissuto non solo di un uomo ma anche di una comunità e di varie generazioni.

Utilizzando materiali originali i saggi del volume offrono un ricco contributo per conoscere il punto di vista personale di Ceccaroni su determinati problemi, di capire le scelte compiute per una ulteriore conoscenza storica sia della Rimini contemporanea che dell’operato della Regione, con particolare attenzione al dibattito sul turismo di massa. Ma sicuramente c’è ancora tanto da studiare.

Fonte : Da un invito di Paolo Zaghini – Presidente ISRIC di Rimini

 

Lascia un Commento