Comunicato Ufficio Stampa Unione Valconca sul Consiglio dell’Unione svoltosi Martedì 30 settembre 2014

Share Button

unionlitMartedì 30 settembre si è svolto il Consiglio dell’Unione con all’ordine del giorno diversi punti strategici per l’organizzazione ed il futuro dell’Ente di coordinamento dei nove comuni della Valconca che vi aderiscono.

Foto di gruppo dei Consiglieri dell' Unione

Foto di gruppo dei Consiglieri dell’ Unione

La riunione del “parlamentino” della Valconca ha fatto registrare una folta partecipazione dei Sindaci e degli amministratori della zona, che denota un rinvigorito interesse per l’Unione e per tutte le sue numerose attività, che ha trovato riscontro anche ella espressione di voto finale sulle diverse pratiche.

Linee programmatiche di mandato del Presidente, richiesta di riconoscimento dell’ Ambito a nove comuni, modifica dello Statuto che, in vista del reingresso di Saludecio, assegna al Consiglio dell’Unione stesso l’ultima parola, senza dovere tornare nei singoli consigli comunali, salvaguardia degli equilibri di bilancio. Tutte queste pratiche sono state votate in maniera compatta dalla maggioranza, costituita dal Centro Sinistra e delle liste civiche che amministrano i comuni della valconca. e con il voto contrario dei soli 4 consiglieri del centrodestra; mentre i consiglieri del M5S si sono astenuti dichiarando tuttavia apertamente, a verbale, di condividere le linee programmatiche ed il progetto di ambito a nove, mantenendo un voto di astensione come stimolo al “fare sul serio” nel perseguimento degli obiettivi.

Sul fare sul serio il Presidente Santi, nella replica al dibattito ampio ed interessante, è stato chiaro e determinato: “la missione che sento di avere e che voglio condividere con voi è quella di fare sul serio nel ridare corpo e dignità all’Unione Valconca, nell’incrementare le funzioni strategiche trasferite dai Comuni all’Unione, nel portare a casa il riconoscimento dell’Ambito a nove e nell’avviare i processi di fusione dei comuni.”.

parlamentino1006102_628247267294407_6916346416674556823_n

Link per ingrandire

In particolare sull’Ambito il presidente ha ribadito che “non si tratta di un capriccio ma di una esigenza seria e nobile, per dare ruolo e dignità all’Ente di vallata e per impostare una strategia di sviluppo senza dovere rimanere a rimorchio dei comuni della costa”.

Da segnalare che la Giunta dell’Unione nella riunione che ha preceduto il Consiglio ha deciso di dare corpo ed esecuzione alla Convenzione per la gestione dei servizi socio assistenziali, avviando da subito una verifica per trasferire l’Ufficio di Piano all’Unione dal 1 gennaio 2015.

FONTE: Ufficio Stampa Unione Valconca

Lascia un Commento