“Appena ritirato il dépliant tascabile dei “sentieri della memoria” di Gemmano.

Share Button

depliants logocerruti

Leggiamo sulla pagina Fb di Vivo  Gemmano questa notizia arrivataci da poche ore: “Appena ritirato il dépliant tascabile dei “sentieri della memoria” di Gemmano. Prodotto in 15.000 copie senza costi per la collettività (nostra produzione, ricerca storica Silvana Cerruti e sponsor Auser) sarà distribuito negli alberghi della costa, negli IAT e negli eventi pubblici. Lancio previsto per il prossimo 20/21/22 novembre a Rimini.

Copie del depliant "I sentieri della memoria"

Copie del depliant “I sentieri della memoria”

Una bellissima iniziativa per ravvivare la memoria a noi cittadini e per fare conoscere la martoriata storia del nostro paese a quanti non sono di Gemmano. Il contributo dato, a questa ancor viva memoria, dalla Silvana Cerruti è stato, con le sue meticolose ricerche ed interviste fatte con l’ ausilio di paesani sopravvissuti, grandissimo e va quindi sempre più valorizzato. Ma il turismo va coniugato anche con il presente ed il futuro e questo non possono farlo gli storici ma spetta ai politici e nel nostro caso: agli amministratori di Gemmano.
Siamo privilegiati da un suggestivo paesaggio collinare, da verdi riserve naturali e da incantevoli panorami che fanno di Gemmano e , meglio ancora della Valle del Fiume Conca, il luogo ideale per un viaggio nella storia, nella natura e nel gusto di queste terre
C’ è quindi da augurarsi che oltre alle 15Mila copie dei depliants a costo zero l’ Amministrazione Comunale avvii una forma di pubblicizzazione del nostro territorio, magari programmando un piano di Marketing turistico assieme agli altri 9 Comuni dell’Unione Valconca per incentivare l’ affluenza di turisti provenienti dalla Riviera di Rimini e delle sue rinomate località balneari .

La scrittrice e ricercatrice storica Silvana Cerruti che ha curato i testi del depliant; ! I percoesi della memoria"

La scrittrice e ricercatrice storica Silvana Cerruti che ha curato i testi del depliant; ! I percoesi della memoria”

Un cicloturista in un sentiero della Valconca.

Un cicloturista in un sentiero della Valconca.

Inoltre, rispetto al passato, va considerato un fatto molto importante che ora, grazie al programma “Percorsi verdi dell’entroterra”, finanziato dal POR FESR dell’Emilia Romagna, le piccole Amministrazioni non sono più da sole a dover affrontare i tanti problemi di valorizzazione dei territori ma possono usufruire di interventi economici da parte della Provincia di Rimini che è la diretta beneficiaria del Programma POR FESR. Le risorse complessive destinate al progetto sono pari a 3.150.000 euro, di 2.200.000 finanziati dal Por Fesr e 950mila quale contributo messo a disposizione dagli enti locali.
Così in sintesi l’obiettivo del programma “ Percorsi verdi dell’entroterra” come descritto nei documenti del Programma del Por Fesr:
“I beni interessati dal progetto sono i lungofiumi e le aree della rete ecologica della Provincia di Rimini, nello specifico le valli dei fiumi Conca e Marecchia e i tratti del paesaggio che, dai fiumi, risalgono verso le sommità collinari, attraverso sentieri della media e alta collina. Obiettivo primario dell’intervento è la valorizzazione delle risorse ambientali del territorio, associata alla promozione di nuove forme di turismo sostenibile, per uno sviluppo socioeconomico compatibile con la salvaguardia e i valori del paesaggio.

Saper cogliere le opportunità.

Saper cogliere le opportunità.

Un obiettivo perseguito attraverso interventi di recupero, trasformazione e gestione, che mettano in rete i beni naturalistici e storico-culturali esistenti nell’entroterra riminese, per renderli fruibili a un numero maggiore di utenti, sia residenti sia turisti. Tra le azioni principali: la realizzazione di infrastrutture per lo sviluppo entroterra-costa; la messa in rete dei beni e dei poli di eccellenza esistenti; il recupero e la valorizzazione di aree degradate a forte valenza ambientale e paesaggistica; lo sviluppo di sistemi tecnologici innovativi di tipo satellitare; la realizzazione di una segnaletica coordinata e specifica per il cicloturismo e la vacanza attiva in genere.”
Questa la scommessa per i futuro di Gemmano e di tutta la Valle del Conca. Una scommessa che solo gli Amministratori, e non gli storici, dovranno vincere onorando così i loro elettori e soddisfacendo le aspettative tutti i cittadini .

Per approfondire cosa è il POR FESR ? :LinkaIl Programma Operativo Fesr 2014-2020

Carlo Morigi

Lascia un Commento