Vengo anch’io ?….così no ! Una riflessione politica ed una proposta di Riziero Santi sul passaggio dei Comuni di Sassofeltrio e Montecopiolo dalle Marche all’Emilia Romagna.

Share Button
Riziero Santi  - Presidente Unione Valconca

Riziero Santi

Con una nota che il Grillo di Gemmano pubblica integralmente Riziero Santi intende far comprendere che quando le risorse sono insufficienti per pochi Comuni…se si è in tanti non è certamente meglio. Avendo inoltre vissuto come Assessore in Provincia di Rimini conosce molto bene le difficoltà ed i vantaggi che comportò il passaggio dei 7 Comuni della Valmarecchia nel Luglio del 2009; pensiamo quindi che Riziero Santi, attualmente Presidente dell’Unione Valconca, Vice Presidente della Provincia di Rimini e Primo cittadino del nostro Comune sia altamente qualificato per esprimere pubblicamente il suo parere.

Una foto panoramica di Sassofeltrio (luglio_2015)

Una foto panoramica di Sassofeltrio (luglio_2015)

La nota di Riziero Santi:
< Il nostro è un territorio accogliente e quindi, come abbiamo fatto in altre occasioni, non avremo difficoltà ad integrarci con gli amici di Sassofeltrio e Montecopiolo. Una riflessione però è serio farla ed è anche doverosa. Ci sono certamente ragioni storiche, culturali, logistiche, territoriali che fanno dire ai nostri vicini: “ci sentiamo più romagnoli che marchigiani e quindi vogliamo venire con voi”. Questo, con tutti i rispetto e la considerazione per gli amici marchigiani, ci onora e ci inorgoglisce. E’ però anche vero che con una scelta così radicale si pensa di andare a stare meglio. Si pensa che si possano ottenere più facili condizioni di sviluppo e maggiori attenzioni da parte delle istituzioni regionali e provinciali. Tutto legittimo.

Comune di Montecopiolo Panorama su Villagraaaande

Comune di Montecopiolo Panorama su Villagraaaande

Tuttavia è bene chiarire che i problemi, le difficoltà, le ristrettezze, economiche della Regione Marche sono le stesse di quelle della Regione Emilia-Romagna. Si tratta di una esperienza già vissuta. Le condizioni e le attenzioni riservate all’inizio ai sette comuni dell’alta Valmarecchia hanno riversato sul territorio provinciale alcuni squilibri che oggi si fanno sentire e che quindi vanno recuperati con una integrazione vera e globale. Le frane, i dissesti, la carenza di servizi di Montecopiolo e Sassofeltrio sono le stesse di tutti gli altri comuni della provincia riminese. Se integrazione deve esserci deve quindi essere una integrazione senza costi aggiuntivi per le comunità. Anzi, da questa integrazione devono essere colti tutti i virtuosismi e le opportunità.  Allora io faccio una proposta/richiesta. Il passaggio di questi due comuni alla Regione Emilia-Romagna e alla provincia di Rimini avvenga senza aumento di costi e di numero dei comuni. Si passi direttamente attraverso le fusioni con i comuni confinanti. Si potrà beneficiare così di tutti i contributi e di tutte le premialità già previste dalla Regione Emilia-Romagna e dallo Stato per l’aggregazione dei comuni. So che i passaggi legislativi sono altri, ma mi basta un pronunciamento dei Consigli Comunali. Se ci sarà questa disponibilità potremo dire che effettivamente c’è una volontà di integrazione civica e culturale, e che la scelta non è strumentale. E questo porterà benefici a tutti: a chi arriva e a chi accoglie. Io come Sindaco di un comune confinante sono pronto a sostenere questo percorso e la fusione.>

Fonte : Nota di Riziero Santi

Lascia un Commento